Lo stoccaggio contro la siccità

Lo stoccaggio contro la siccità

beneficiario burkina“Sono nato qui, sono cresciuto qui e vivo ancora qui, dove, con la mia comunità, faccio costantemente i conti con l’aridità del suolo”. Ouédraogo Ousséni abita in Burkina Faso, a Toecé nel comune di Zogoré.
La sua storia è strettamente legate alle attività di Progettomondo che, nell’ambito del programma “Miglioriamo le nostre vite!” favorisce l’avvio di nuove produzioni agricole e metodi di stoccaggio per garantire l’indipendenza economica della popolazione e contrastare carestia e malnutrizione.

“Le nostre produzioni sono soggette a notevoli fluttuazioni di prezzo”, evidenzia Ouédraogo. “Il progetto, grazie alla costruzione di un grande magazzino comune per lo stoccaggio,  ci consente di  rafforzare la resilienza delle popolazioni più vulnerabili, riducendo al minimo l’impatto della siccità. Avevamo già degli spazi usati per conservare il cibo e i prodotti della nostra terra, ma con il tempo si sono deteriorati, anche perché non rispettavano determinati standard di costruzione. Il deposito era stato di aiuto alle comunità circostanti, ma con la crescita demografica i prodotti stoccati si sono resi insufficienti. ora, grazie alla nuova realizzazione, il problema è risolto. Non dovremo più spostarci di venti chilometri per procurarci il cibo altrove, ma potremo conservarlo nel nostro villaggio, a vantaggio soprattutto di anziani e disabili. Stiamo addirittura pensando di inserire nei listini dei nostri acquisti dei condimenti per salse ad alto valore nutritivo”.
Il lavoro di squadra è fondamentale per garantire una buona gestione dei locali.
Conclude il beneficiario: “La squadra è composta da tre donne e un uomo. Quest’ultimo ha il compito di supportare le donne in caso di necessità, per il carico e lo scarico del cibo e anche per l’approvvigionamento del negozio, acquistando cibo nelle località limitrofe”.