L’ennesima catastrofe scuote Haiti

L’ennesima catastrofe scuote Haiti

Haiti è di nuovo preda delle catastrofi naturali. La recente scossa di magnitudo 5.3 che lunedì 24 gennaio ha fatto tremare il sud-ovest dell’isola caraibica è stata avvertita pure nella capitale Port-au-Prince, riportando alla mente le tragiche immagini del devastante sisma del 2010 e il più recente terremoto del 14 agosto scorso che ha colpito in particolare i comuni di Anse-à-Veau, Petite Rivière de Nippes e Fonds-des-Nègres, nel dipartimento di Nippes.
Si sono poi susseguite una quarantina di scosse, compresa una di magnitudo 4,5 che è stata avvertita il 25 gennaio alle 13.50 nella zona metropolitana di Port-au-Prince con epicentro nel comune di Léogane.
Questo terremoto mette nuovamente a dura prova il Sud del paese che il 14 agosto è stato colpito da un potente terremoto di magnitudo 7,2 uccidendo più di 2.200 persone e distruggendo più di 130.000 case”, ricorda il nostro cooperante in loco, Marco Decesari. “Secondo il report del BME (Bureau des Mines et de l’Energie), nel 2021 ad Haiti sono state registrate 1.647 scosse, con un amento del 30% rispetto al 2020.
Progettomondo interviene ad Haiti nei settori dello sviluppo rurale, nella prevenzione delle catastrofi e diritti umani, e non può quindi che esprimere la sua vicinanza alle famiglie colpite e la sua solidarietà alla popolazione haitiana in questi momenti difficili, rinnovando il suo impegno al fianco dei più vulnerabili”.
Un impegno che, dopo il sisma del 14 agosto, si è tradotto in una vera e propria progettazione che, grazie a due finanziamenti della Chiesa Valdese e della Provincia Autonoma di Trento, oltre che alle singole donazioni di chi vuole dare un segnale di speranza a una popolazione che non chiede che di potersi rimettere in piedi, si sta traducendo in fatti concreti con un intervento diretto, in particolare, al sostegno del settore educativo attraverso la ricostruzione di scuole e di strutture igienico-sanitarie a livello comunitario.

Le ricerche di personale e uffici in loco, nella città di Les Cayes, nel Sud del Paese, sono ormai in fase di definizione.
Dal febbraio, Progettomondo avvierà la costruzione di nuovi edifici scolastici, così come annunciato durante la campagna “Al fianco di Haiti”, promossa con il consorzio Progettomondo – CISV, in collaborazione con MLAL Trentino Onlus.

Nel giro di un mese riusciremo con tutta probabilità ad avviare la costruzione di nuovi edifici scolastici, grazie ai finanziamenti erogati e le donazioni ricevute attraverso la campagna “Al fianco di Haiti” lanciata a novembre e promossa dal consorzio Progettomondo – CISV, in collaborazione con MLAL Trentino Onlus.

La maggior parte delle scuole delle zone colpite dal sisma di agosto, purtroppo, sono ancora chiuse, privando migliaia di bambini del diritto all’educazione. Per questo promuoviamo la costruzione di scuole semipermanenti e l’acquisto di kit per la ripresa immediata delle attività scolastiche.
A ciò si aggiunge la sensibilizzazione della popolazione in materia di prevenzione sanitaria per scongiurare il rischio di diffusione di epidemie (colera, Covid e malattie dell’apparato gastrointestinale).

Rinnoviamo pertanto l’appello a DONARE per sostenere le popolazioni delle zone colpite che hanno ancora bisogno del nostro aiuto .

Un tuo piccolo gesto può aiutarci a fare, insieme, la differenza.