Caprette in Burkina contro la malnutrizione acuta

Caprette in Burkina contro la malnutrizione acuta

Combattere la malnutrizione dei più piccoli attraverso la sicurezza alimentare delle intere famiglie più vulnerabili. Questo l’obiettivo per cui Progettomondo ha appena donato 400 caprette e 20 tonnellate di mangime a 100 donne con bambini malnutriti che vivono nel nord del Burkina Faso.
L’intervento, avvenuto nell’ambito del progetto “Garantiamo il futuro”, è finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e ha visto consegnare 4 capre a ciascuna madre di bimbi affetti da malnutrizione acuta grave.

“Abbiamo distribuito mangime per il bestiame, per consentire alle donne di sviluppare delle attività generatrici di reddito attraverso l’allevamento degli ovini”, riferiscono dall’equipe durante la cerimonia di donazione che si è svolta nel distretto sanitario del villaggio di Tougzagué. “Le 100 donne hanno ricevuto una formazione preliminare per fornire loro le competenze necessarie a svolgere ciascuna il proprio piccolo allevamento. Inoltre, la formazione ha avuto lo scopo di sensibilizzare sull’importanza della diversificazione alimentare come prevenzione della malnutrizione, passando attraverso l’utilizzo dei prodotti e sotto-prodotti dell’allevamento ovino”.

La donazione si inserisce infatti in un contesto in cui il tema della sicurezza alimentare è di importanza crescente a causa della scarsità delle piogge e del deterioramento della situazione della sicurezza. Al di là della natura simbolica di questa cerimonia, si è celebrato l’impegno del consorzio a fianco delle popolazioni vulnerabili.

“Apprezziamo molto gli sforzi compiuti che consentiranno a queste persone vulnerabili di soddisfare considerevolmente i loro bisogni nutrizionali”, ha dichiarato il direttore provinciale, Rasmané Yougbare , assicurando un accompagnamento ai beneficiari al fine di sostenere le azioni del progetto.

Anna Bertazzoli,
cooperante Progettomondo Burkina Faso