Qalauma passa l’esame

Qalauma passa l’esame

Tempo di visite e monitoraggi per il Centro Qalauma avviato da Progettomomondo a La Paz, in Bolivia.
Lo spazio di Riabilitazione e Reintegrazione sociale per giovani detenuti ha passato l’esame e ricevuto apprezzamenti da parte del vicedirettore amministrativo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Giuseppe Cesaroli, e del titolare della sede estera di La Paz, Angelo Benincasa.
Lo staff di Aics si è recato a Qalauma nell’ambito di una serie di visite in corso a progetti in esecuzione e appena conclusi.
Durante la visita, i referenti di Progettomondo e CVCS hanno raccontato la realtà del Centro, accompagnando la delegazione a visitare la struttura e i locali dove vengono concretizzate attività e talleres.
I rappresentanti in visita hanno espresso apprezzamento nei confronti dei risultati del lavoro implementato a Qalauma, divenuto struttura di riferimento per l’adozione di un approccio restaurativo finalizzato alla reintegrazione sociale dei giovani privati della libertà personale.
Come sottolineato più volte nel corso della giornata, il Centro ha continuato a lavorare anche durante l’emergenza pandemica, cercando di garantire il diritto alla salute senza chiudersi alla possibilità di coinvolgere la comunità esterna e le famiglie dei ragazzi trattenuti. Non solo, all’orizzonte ci sono nuovi progetti, che vanno dalla commercializzazione dei prodotti artigianali prodotti all’interno di Qalauma, alla necessità di investire nel supporto legale per ridurre il sovraffollamento e la durata della detenzione preventiva, due questioni molto sentite in contesto boliviano.
L’AICS, che tra il 2014 e il 2020 ha già contribuito a finanziare le attività del Centro realizzate da Progettomondo e CVCS, ha rinnovato il proprio impegno a supportare le nuove attività, esprimendo anche la volontà di partecipare al miglioramento strutturale di Qalauma.

Recentemente AICS ha approvato il progetto “Cambiando de lente: modelli locali partecipativi di giustizia e prevenzione della delinquenza/violenza giovanile con approccio ripartivo in Bolivia” presentato dal Comune di Cuneo con i soci Progettomondo, CVCS, UEPE di Cuneo, GAMC e SEDEGES Cochabamba.